Soluzioni tedesche al Multistaking

 

L'Istituto federale tedesco per la sicurezza e la salute (BAuA) ha appena pubblicato un opuscolo su come affrontare lo stress e il sovraccarico legato alle frequenti interruzioni sul lavoro e alla domanda di multitasking. La brochure è uno dei risultati di un progetto che ha tentato di identificare le buone pratiche lavorative, per sostenere l'invecchiamento della popolazione lavorativa.

L’opuscolo fornisce consigli su cosa le imprese e i lavoratori possono fare per evitare lo stress legato alle frequenti interruzioni che si subiscono durante lo svolgimento delle proprie attività. Nuovi studi scientifici hanno infatti studiato i costi nascosti del multitasking. Il risultato principale di queste ricerche è che la tecnologia induce sempre più persone a fare più di una cosa (e sempre, più di una cosa complicata) nello stesso momento. I ricercatori dell'università del Michigan ad esempio, hanno misurato la quantità di tempo perso dai lavoratori nello svolgere contemporaneamente due compiti di varia complessità e familiarità. Le misurazioni hanno indicato che per tutti i tipi di attività, i soggetti hanno perso del tempo quando sono dovuti passare da un compito all'altro, aumentando così tempi e costi di produzione. I costi sono aumentati anche quando i soggetti sono dovuti passare a compiti per loro non familiari. Essi hanno "lavorato a regime" e quindi più velocemente solo quando sono passati a compiti che conoscevano meglio.
A seguito di questi risultati, il consiglio principale è quello di lasciare i lavoratori decidere quale compito ha la priorità e di fornire loro i mezzi per riprendere ciò che gli capita di interrompere.
I lavoratori devono inoltre avere la possibilità di poter scegliere in quale momento interrompere un compito.

Per il documento originale in tedesco: clicca qui

Fonte: EU-OSHA